Scoprire l'Amore

Incontro con Claudia Koll a San Vendemiano, venerdì 13 dicembre 2019.
Se vogliamo conoscere la grandezza e la felicità che derivano dall'Amore, possiamo coglierne il profumo e la delicatezza nella testimonianza di Claudia Koll, ospite a San Vendemiano (TV) venerdì 13 dicembre (Santa Lucia) in una chiesa gremita e attenta.
Claudia Koll era, nella sua gioventù, un’anima forse un po' ribelle e anticonformista; per questo, trascinata nelle cose del mondo, si ritrova a cercare la sua affermazione sul palcoscenico della recitazione, che la conduce a presentare un'immagine non sua, in quanto sempre filtrata dai personaggi che interpretava; vestendo i panni di un'altra, forse nascondeva quella parte di se stessa che non accettava, o cercava di imitare uno stile di vita che non era il suo.
Ogni anima ha un proprio percorso d’evoluzione e, in funzione del libero arbitrio, quando questo non consegue i propri obiettivi, manda dei segnali che, se colti, trasformano gli individui, donando a ciascuno una propria luce particolare.
È così che anche Claudia Koll, con la sua sensibilità femminile, percepiva una vocina che, dal profondo, le diceva che non stava conseguendo il suo progetto di crescita umana e spirituale.
Di qui, nel tempo, una serie di situazioni colte e accolte la conducono sempre più verso una leggerezza ed un senso di appagamento che nulla avevano da paragonare allo stile di vita precedente.
Prese gradualmente le distanze da un certo modo di fare arte, Claudia Koll apre la Star Rose Academy, un’accademia multidisciplinare che offre una formazione artistica a tutto tondo fondata sulla verità e sulla bellezza. Parallelamente si sente attratta dalla solidarietà verso le persone povere, dando così dispiegamento ad un nuovo modo di vedere e guardare il mondo. In un certo senso Santa Lucia, che venerdì sera si commemorava, ci ha comunicato, attraverso Claudia, che si può “guarire” dalla cecità nel momento in cui iniziamo a guardare e a porre vera attenzione dentro di noi, per portare verità nella nostra vita e di conseguenza nel mondo in cui siamo chiamati ad agire.
Ora Claudia Koll, con l'associazione da lei costituita a Roma e denominata “Le opere del Padre”, supporta tante situazioni di disagio e povertà, anche attraverso il ricavato della vendita del suo libro scritto insieme al triestino don Giovanni Boer, “Non di solo pane vive l’uomo”, dove vengono presentati dei commenti al Vangelo in una chiave certamente ricca di spunti di riflessione personale.
La testimonianza di Claudia Koll, venerdì sera, è stata incorniciata da un intenso momento di preghiera e meditazione condotto dal parroco di San Vendemiano, mons. Pierdomenico Amort: un invito alla vigilanza, a preparare la strada nel deserto e a sgombrare il cuore dagli idoli, quindi a convertire il nostro stile di vita per accogliere la venuta di Gesù.
In Claudia Koll, portavoce della propria conversione, ha certamente operato uno strumento attraverso il quale i numerosissimi e attentissimi presenti hanno potuto portare nel loro cuore perle di fiducia in se stessi e nella propria personale grandezza che conduce alla realizzazione di sé come “uomini nuovi”.















Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok