La gioia è la chiave del successo (non la conseguenza)

Roberto Bolle: un esempio di come i sogni possono diventare realtà.

Nessuna persona nasce con l’indole di essere cattiva. Nessuna persona vive per godere del male delle altre persone, né con la volontà di procurarglielo.

Tantissime persone però, anzi ogni persona, nasce per conseguire un progetto che ha nel cuore ed è molto importante che riesca a realizzarsi nella vita, come richiesto dal suo personale e talvolta inconscio “contratto” con l’esistenza terrena.

La vita può non rivelarsi una passeggiata tranquilla, eppure ogni prova, ogni difficoltà si concludono con un importante crescita evolutiva. Talvolta però il nostro libero arbitrio non ci consente di avere una visione chiara di ciò che desideriamo in questo cammino terreno; altre volte, invece, pur avendo nitida la visione, non riusciamo a realizzarci, perché le persone che abbiamo accanto o le circostanze non facilitano la realizzazione dei nostri progetti. Così la persona vive con un aspetto di sé incompleto, manifestando atteggiamenti o comportamenti che riflettono il disagio, a volte attraverso la malattia, altre volte assumendo atteggiamenti negativi o violenti come autodifesa…

Il ballerino Roberto Bolle, invece, ben testimonia cosa può voler dire ricevere un’accurata attenzione ed un onorevole appoggio da parte di due genitori che, certamente guidati da un sentimento di profondo rispetto, hanno assecondato l’indole del figlio, permettendogli, non senza grande sacrificio e impegno, di sentirsi appagato nel suo sogno. Questo ha favorito lo sviluppo dell’Amore per sé e per chi gli vive accanto e ciò che emerge è un comune sentimento di benevolenza e gioia nei suoi confronti e non da meno ogni volta che si vede o parla dell’argomento viene ri-stimolato anche l’analogo sentimento…

Godiamo ed arricchiamoci del breve video sulla sua storia:










Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok