Non solo materia

31 Dic 2020


Per cosa “peschiamo”?

Un uomo d'affari che viaggiava in lungo e in largo per lavoro incontrò sulla riva del mare un pescatore. Notò con fastidio e stupore che il pescatore se ne stava seduto accanto alla propria barca e si godeva il sole del pomeriggio inoltrato scrutando l’orizzonte e rammendando la sua rete.
"Perché non stai pescando?", gli domandò l'uomo d'affari.

"Perché ho già pescato abbastanza pesce quest’oggi, per la mia famiglia e anche per la famiglia dei vicini il cui capofamiglia è ammalato e non può provvedere da alcuni giorni alla pesca".

"Beh, cosa significa? È appena pomeriggio, hai ancora molte ore davanti, perché non peschi ancora? Potresti riempire ad occhio e croce ancora due o tre reti!" rispose seccato l’uomo d’affari.

"E cosa ne farei di tutto questo pesce?"

"Potresti venderlo al mercato e guadagneresti molti più soldi. Ti permetterebbero di comprare un motore da attaccare alla tua barca per andare più al largo e pescare più pesci. Così potresti avere più denaro per acquistare reti più ampie e forti, e avendo ancora più pesci avresti più denaro. Prima o poi, lavorando tutto il tempo possibile che hai a disposizione e non risparmiandoti fatica e buona volontà, certo dovresti per qualche anno dare la priorità al lavoro rispetto a tutto il resto, avresti tanti di quei soldi da poterti comprare due barche o addirittura una flotta e assumere altri pescatori. Allora potresti finalmente diventare ricco come me".

"È arrivato a questo punto cosa farei, signore?" chiese umilmente il pescatore.

"Ma non è ovvio?! - gridò il ricco uomo di affari - potresti finalmente riposarti e rilassarti e goderti la vita e la tua famiglia".

Il pescatore, con un sorriso, si alzò in piedi, abbracciò i suoi due figli che nel frattempo tornavano dalla scuola e gli correvano incontro, si alzò il cappello sopra il viso e disse all’uomo d’affari guardandolo negli occhi: "Cosa credi che io stia facendo ora?".

Qual è la morale di questa storia e l’augurio per l’anno che viene? È giusto inseguire i propri sogni, anche fossero la ricchezza, l’importante è non sacrificare per questo il proprio benessere, la propria famiglia e il prossimo, altrimenti qualsiasi ricchezza non basterà a ripagare ciò che si perderà!






ABOUT AUTORE









Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok