Non solo materia

11 Nov 2019


Una serata ricca d'emozione

"Il segreto di chi vede oltre, e ce ne lascia traccia"... Sofia e Massimo
Invitato a San Vendemiano da QualBuonVento, Massimo Buset, poeta e scrittore, nonché diacono permanente a Pordenone, venerdì 8 novembre ha esposto ai presenti la propria testimonianza di vita e soprattutto ha condiviso con sentimento il percorso d'Amore con la sua amata Sofia, scomparsa a causa di un male incurabile.
La presentazione è stata guidata dal regista Enzo Cadamuro e animata dalla lettura di poesie e dalla dolce melodia di un pianoforte; non solo: all’inizio e alla fine del recital una parte musicale danzata ha sottolineato bene la complicità costruttiva che faceva di Massimo e Sofia un esempio di vita “sapienziale”, come l’ha definita Mons. Renato De Zan, biblista e consultore di papa Francesco.
Massimo Buset, con profonda convinzione, condivide la sua storia per comunicare che, con l'Amore, veramente tutto diventa possibile, tutto è eterno; e riesce a pizzicare diverse corde dell’anima, lasciando nell’ascoltatore occhi lucidi d’emozione.
Massimo racconta la sua donna, e questo già la dice lunga sulla dolcezza carismatica di colei che ha saputo esaltare i talenti del suo sposo, tanto da compenetrarsi in lui ed in lui vivere per l'eternità.
Sofia è il nome della donna che silenziosamente ha dato ed ora amorevolmente riceve. Ed è anche il titolo del libro da cui è tratto il recital che è stato rappresentato venerdì sera. Il ricavato del libro, autofinanziato, è tutto devoluto all’Associazione Le Petit Onlus di Pordenone per la realizzazione dei sogni dei bambini malati oncologici; una bellissima testimonianza d’amore anche questa, che continua l’impegno nel sociale di Sofia.









Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok