Alexandrina Maria da Costa: una vita divenuta orazione

Alexandrina Maria nacque a Balasar il 30 marzo 1904. A quattordici anni, per fuggire e salvare la propria purezza minacciata da tre uomini, non esitò a gettarsi dalla finestra. Le conseguenze furono terribili, anche se non immediate: dopo qualche anno fu costretta a letto per una paralisi ingravescente per i restanti trent’anni della sua vita. Ella non disperò, ma decise di affidarsi a Gesù con queste parole: «Come Tu sei prigioniero nel tabernacolo ed io lo sono nel mio letto per la
tua volontà così ci faremo compagnia».
In seguito iniziò a vivere esperienze mistiche sempre più forti: dal venerdì 3 ottobre 1938 al 24 marzo 1942, per ben 182 volte, visse ogni venerdì le
sofferenze della Passione. A partire dal 1942 fino alla sua morte Alexandrina si cibò unicamente di Eucaristia e durante un ricovero presso l’ospedale della Foce del Douro presso Oporto, per quaranta giorni e quaranta notti venne controllata da vari medici nel suo digiuno assoluto e nell’anuria (assenza di urine). Dopo dieci lunghi anni di paralisi che ella aveva offerto per la riparazione eucaristica e per la conversione dei peccatori, il 30 luglio 1935 Gesù le apparve dicendole:
«Ti ho messa al mondo, per farti vivere solo di Me, per testimoniare al mondo
quanto vale l’Eucaristia. [...] La catena più forte che lega le anime a Satana è la carne, è l’impurità. Mai si vide un dilagare di vizi, malvagità e crimini come oggi! Mai si peccò così tanto [...] L’Eucaristia, il mio Corpo e il mio Sangue! L’Eucaristia: ecco la salvezza del mondo».
Anche Maria le apparve il 2 settembre del 1949 con la corona del Rosario in mano, dicendole: «Il mondo agonizza e muore nel peccato. Voglio orazione, voglio penitenza. Proteggi con questa mia corona tutti quelli che ami e tutto il mondo».
Il 13 ottobre 1955, anniversario dell’ultima apparizione della Madonna
a Fatima, la si sentì esclamare: «Sono felice, perché vado in Cielo». Alle 19,30 dello stesso giorno spirò. Nel 2004 è stata proclamata beata da papa Giovanni Paolo II.
 

Per leggere gli altri miracoli nella nostra rubrica clicca qui.

Di seguito, video-approfondimento a cura di Mirko Agerde sul significato dell'Eucaristia:










Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok