Mettiamoci (ancora) in gioco!

Ripartono gli incontri dedicati ai genitori, insegnanti e educatori. Il primo appuntamento - mercoledì 12 febbraio - "Il mio bambino non mi ascolta", con la dott.ssa Martina Agnoli.

"Mettiamoci in gioco!" sono incontri pensati per i genitori, insegnanti ed educatori organizzati da I AM con la preziosa collaborazione dell'Assessorato alle Politiche Scolastiche del Comune di Vittorio Veneto, dell'Asilo Nido comunale, del Centro Anti Violenza e degli Istituti Comprensivi Vittorio Veneto I e II.  Un primo ciclo di 9 incontri si è già svolto negli ultimi mesi del 2019 riscuotendo un grande successo e ora sono altri 15 gli appuntamenti in cui esperti professionisti tratteranno i temi più svariati legati al rapporto con i minori: "Uomini e padri la grande avventura", "Cyberbullismo: cos'è e come si previene", "Disturbi sull'apprendimento: facciamo chiarezza", "Come lo stacchiamo dallo schermo?", "La violenza contro le donne nella vita di tutti i giorni"... sono solo alcuni titoli.

«Siamo certi che il vero benessere dipenda prima di tutto dalle condizioni che noi adulti vogliamo creare per i più piccoli e convinti che la buona educazione sia la migliore forma di prevenzione rispetto ai piccoli e grandi problemi del presente e del futuro – afferma Andrea Maroelli titolare di I AM – Siamo molto felici che i primi incontri abbiano avuto un così buon riscontro, vuol dire che c'è voglia di confronto e di crescita. Speriamo che anche in questo secondo ciclo l’attenzione rimanga alta».

Il primo appuntamento dal titolo “Il mio bambino non mi ascolta - Educare all’obbedienza senza sentirsi dei tiranni” sarà tenuto dalla dott.ssa Martina Agnoli - psicologa dello sviluppo e dell’intervento nella scuola, responsabile I AM servizi educativi e scolastici per l’infanzia -mercoledì 12 febbraio presso l’Asilo Nido comunale (Via Perini, 13 Vittorio Veneto). Si parlerà della difficoltà che un genitore incontra nel dare dei limiti al proprio figlio e di come il limite è però estremamente necessario per favorire la normale maturazione del bambino e, paradossalmente, per farlo sentire libero e sicuro nel suo agire.

Per partecipare è necessario iscriversi (agli insegnanti e professionisti nel settore dell’educazione sarà rilasciato, su richiesta, certificato di frequenza).

Per avere informazioni dettagliate su tutto il programma si rimanda alla pagina: www.iamservizi.it/mettiamociingioco






ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok