News

15 Apr 2021


Vittorio Veneto, i ragazzi di terza media donano 50 libri alla loro scuola

«I ragazzi hanno dimostrato di guardare oltre la pandemia che ha colpito tutti noi – sottolinea la preside della Santa Giovanna D'Arco, Michela Coan –: è un grande atto di generosità in un periodo in cui è facile chiudersi in se stessi».

Un gesto carico di generosità verso la loro scuola e tutti i ragazzi che la frequentano o la frequenteranno. I ragazzi della terza media della Scuola Santa Giovanna d’Arco di Vittorio Veneto hanno voluto devolvere parte del premio in denaro vinto con il concorso #ArpaVideo 2020 alla loro scuola. La somma ha permesso di acquistare dei libri in inglese da mettere a disposizione di tutti gli alunni.

I volumi, cinquanta, sono stati consegnati ieri mattina, lunedì. E già sono entrati a far parte ufficialmente della biblioteca scolastica del Campus San Giuseppe. Libri, editi dalla Usborne, che per la maggiore affrontano tematiche scientifiche e che saranno utili per le lezioni di CLIL Science, le ore di scienze che alla Santa Giovanna d’Arco dal 2015 vengono interamente svolte in lingua inglese. E poi dizionari illustrati, romanzi a fumetti, libri graduati, libri di favole, enciclopedia e altri, sempre in inglese.

«Con questa donazione alla biblioteca scolastica, i ragazzi hanno dimostrano di guardare oltre la difficile pandemia che ha colpito noi tutti: è un grande atto di generosità in un periodo in cui è facile chiudersi in sé stessi - sottolinea la preside Michela Coan -. Ed è bello che questa classe, che dal prossimo anno non sarà più tra noi perché andrà alla scuola superiore, abbia deciso di lasciare a tutti gli studenti della Santa Giovanna d’Arco questa bella eredità».

Inizialmente i ragazzi di terza avevano destinato la somma per il loro terzo posto al concorso #ArpaVideo 2020 ad una gita scolastica in un’area naturalistica veneta, gita che causa restrizioni legate al Covid-19 non si è potuta realizzare. Da qui la loro idea di fare qualcosa di utile per la scuola, destinando la somma all’acquisto di 50 libri.

Arpav, l’Agenzia regionale per la prevenzione e protezione ambientale del Veneto, promotrice del concorso, non ha esitato ad approvare la conversione del premio in libri. «Diversi libri scelti riguardano tematiche ambientali a conferma della sensibilità delle nuove generazioni al grande tema della salvaguardia delle risorse» afferma la direzione dell’Arpav.

«Ora – conclude la preside - sta a tutti gli alunni e agli insegnanti della scuola approfittare di questa importante opportunità di studio». 






ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok