Escursioni

05 Mag 2021


Primavera nel Paesaggio degli Dèi

Entra nel vivo la rassegna che celebra le Colline di Conegliano e Valdobbiadene, Patrimonio Unesco. Proseguono le passeggiate nei luoghi declamati dal poeta Andrea Zanzotto, nel centenario della sua nascita.

Una festa dedicata al territorio del Prosecco Superiore e a tutti i suoi protagonisti. È questa la Primavera del Prosecco Superiore, rassegna enogastronomica giunta alla 26a edizione.

Aperta ufficialmente con una diretta Facebook nella giornata di domenica 21 marzo 2021, giorno dell’Equinozio di Primavera, la manifestazione non si è fermata neppure con la pandemia, trasferendosi sul web nel corso del 2020.

Quest’anno le Mostre del Vino hanno scelto, ancora una volta, di non mollare, dando vita ad eventi gratuiti a numero chiuso e su prenotazione, in osservanza alle disposizioni anti Covid vigenti.

Passeggiate sul territorio, esposizioni, degustazioni, visite alle cantine: saranno davvero tante le proposte che, fino al prossimo autunno, le 18 Mostre della Primavera del Prosecco Superiore metteranno in campo, offrendo ai visitatori nuove esperienze per vivere appieno i paesaggi Patrimonio dell’Umanità.

Un calendario di eventi che, oltre a raccontare la grande ospitalità di questo territorio, celebrerà uno dei più grandi protagonisti della scena culturale italiana della seconda metà del Novecento: Andrea Zanzotto, di cui ricorre il centenario, essendo nato a Pieve di Soligo (TV) il 10 ottobre 1921.

Un omaggio che la Primavera del Prosecco Superiore ha scelto di tributargli iniziando il proprio calendario di eventi con una serie di passeggiate guidate nei luoghi da cui lo scrittore traeva ispirazione per le sue liriche, grazie anche alla collaborazione con il Comitato Nazionale per le celebrazioni del Centenario della nascita di Andrea Zanzotto.

Il ciclo di passeggiate guidate, dal suggestivo titolo “Cartoline inviate dagli Dei – Passeggiando in compagnia del poeta del paesaggio” si sono aperte sabato 24 aprile a Pieve di Soligo (città dove il poeta è nato e ha vissuto e dove, nel corso del 2021, si svolgeranno tante iniziative legate al centenario) e si concluderanno nel mese di giugno.

PROSSIME PASSEGGIATE IN PROGRAMMA

9 Maggio ore 09.30 | LORNA, DIETRO IL PAESAGGIO

Partiremo dal borgo di Arfanta, la frazione del comune di Tarzo che si trova alla quota più alta sul livello del mare (365m) e con la chiesa risalente al ‘400. Questo borgo viene citato con il nome di Lorna negli scritti del poeta Zanzotto. Lungo stradine secondarie, dagli splendidi panorami sulle colline patrimonio UNESCO, e sentieri in bosco raggiungeremo il piccolo borgo di Reseretta, dove è presente la piccolissima chiesetta della Madonna della Salute. A poca distanza si trova Resera, in una splendida posizione panoramica e caratterizzata dalla chiesetta di Sant’Andrea (San Rocco) nella piazzetta.
RITROVO: sagrato della Chiesa di San Bartolomeo (XV secolo), Arfanta, Tarzo. Il percorso non presenta particolari difficoltà, ma sono presenti delle salite. Sono necessarie scarpe con suola adatta a terreni accidentati.
DISLIVELLO: 200m circa 
LUNGHEZZA: 5 km 

DURATA: 2,5 ore circa

15 Maggio ore 18.30 | TRAMONTO TRA I CASTAGNI

 Escursione naturalistica guidata tra boschi di vecchi castagni sapientemente curati e incantevoli borghi di pietra. Durante la passeggiata avremo modo di osservare il bellissimo paesaggio a mosaico costituito da vigneti, boschetti e coltivi che caratterizza il territorio UNESCO.
RITROVO: ore 18.30, parcheggio di via Trento, sotto l’abitato di Combai 
DIFFICOLTÀ: facile, moderato dislivello 
LUNGHEZZA: 3,5 km circa

DURATA: 2/2.5 ore circa

16 Maggio ore 09:30 | CARTOLINE DA FARRÒ A ZUEL

Una passeggiata per scoprire i boschi che abbracciano le frazioni di Zuel, alle porte del borgo di Rolle (Cison di Valmarino, TV). Partiremo dalla piccola località chiamata Col e ci dirigeremo verso gli splendidi boschi di castagno. Percorreremo dei sentieri in cresta, attraversando ambienti molto variegati di rara bellezza. Il ritorno avverrà su strade sterrate, al sole e immerse tra vigne, boschi e vecchi casolari. Il tutto con un bellissimo panorama sulle colline amate da Zanzotto, tanto da definirle “una cartolina inviata dagli Dei”.
Il percorso non presenta particolari difficoltà, ma sono presenti delle salite. Sono necessarie scarpe con suola adatta a terreni accidentati 
DISLIVELLO: 200 m circa 
LUNGHEZZA: 7 km 

DURATA: 3 ore circa

22 Maggio ore 15.00 | LE COLLINE DEL SOLIGO

Partiremo dalla Chiesa Parrocchiale di Soligo, e fiancheggeremo per un breve tratto il Fiume omonimo, per inoltrarci nei boschi che caratterizzano i versanti nord di queste colline. Saliremo al Colle San Gallo, sui cui sorge un piccolo santuario. Da qui si ha un vasto panorama sulla valle del Fiume Soligo e le colline circostanti, su Pieve di Soligo (paese natio di Zanzotto), abbracciando con lo sguardo i luoghi del Quartier del Piave cari al poeta. Faremo ritorno al punto di partenza attraverso i sentieri che si snodano sul versante meridionale del colle, tra i terrazzamenti a vigneto.
RITROVO: sagrato della Chiesa di S. Pietro e Paolo di Soligo TV. Il percorso non presenta particolari difficoltà, ma è presente un buon dislivello in salita e la discesa su sentiero sterrato. Sono necessarie scarpe con suola adatta a terreni accidentati, utili i bastoncini da trekking. Per persone abituate a camminare in collina, bambini dai 7/8 anni in su.
DISLIVELLO: 400 m circa 
LUNGHEZZA: 5 km circa 

DURATA: 2,5 ore circa

29 Maggio ore 15.00 | CONGLOMERATI 

Partendo dalla Piazza di Ceneda, ci dirigeremo verso il Castello di San Martino, ora sede vescovile, con una bellissima visuale sulla città di Vittorio Veneto, e da lì ci inoltreremo nei boschi del Monte Altare. Lungo il percorso, avremmo modo di ammirare delle imponenti pareti con le rocce tipiche delle nostre colline, i Conglomerati, che hanno dato anche il nome ad una celebre raccolta di poesie di Zanzotto. Osservandoli avremo modo di capire la genesi e la particolarità geomorfologica del territorio. Il percorso ad anello si chiuderà nuovamente alla Piazza di Ceneda.
RITROVO: Piazza Giovanni Paolo I davanti al Museo della Battaglia, Ceneda di Vittorio Veneto TV. Il percorso non presenta particolari difficoltà, il dislivello è abbastanza ben distribuito lungo l’anello. Sono necessarie scarpe con suola adatta a terreni accidentati, utili i bastoncini da trekking. Portare bottiglietta d’acqua al seguito. Per persone normalmente abituate a camminare, bambini dai 7/8 anni in su. 
DISLIVELLO: 350 m circa 
LUNGHEZZA: 5 km circa 

DURATA: 2,5/3 ore circa

13 Giugno ore 9.30 | UN ALTRO BORGO, UN ALTRO VIALE DI FORSIZIE, UN ALTRO SBERLOSOVENTO

Escursione alla scoperta della splendida Vallata modellata dall'antico ghiacciaio del Piave. Ai piedi delle Prealpi e accompagnati dallo sguardo sulle colline scopriremo l'incantevole paesaggio che contraddistingue la valle e la ricchezza della flora e fauna che vi abitano. Durante l’escursione passeremo attraverso alcuni borghi antichi di Cison di Valmarino.
RITROVO: 9.30 Parcheggio Parco del Livelet, Revine Lago (TV)
DISLIVELLO: assente 
DURATA: 3 ore circa 

LUNGHEZZA: circa 8 km

COME PARTECIPARE
Per partecipare alle escursioni è previsto l’obbligo della prenotazione da eseguirsi via mail a promozione@primaveradelprosecco.it oppure al n° 334 293683. Le escursioni prevedono un numero limitato di posti disponibili.






ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok