Gli Stranger Teens ci accompagnano alla conquista del SottoSopra

Un progetto per guardare oltre la malattia

Si chiama Stranger Teens il progetto della Clinica di Oncoematologia Pediatrica di Padova dedicato agli adolescenti affetti da tumore, sostenuto da Team for Children onlus. Il nome è ispirato a quello della serie Netflix Stranger Things, che vede giovani adolescenti alle prese con l’eterna lotta tra Bene e Male, vissute come due dimensioni speculari ma dalle caratteristiche e dai fenomeni evidentemente opposti, dove la seconda è identificata nel cosiddetto “SottoSopra”. Se aggiungiamo il fatto che un adolescente affetto da tumore ha delle peculiarità che lo differenziano da altri pazienti oncologici, in quanto sviluppa in modo rapido il proprio corpo, la propria personalità e la propria visione del mondo, sentirsi in qualche modo “ragazzi estranei” alla realtà che li circonda, come hanno deciso di definirsi, rende comprensibile oltre che legittima la scelta del nome.

Gli obiettivi del percorso di Stranger Teens si sviluppano tra diversi livelli concatenati, che vanno dal migliorare la strategia terapeutica mediante un approccio multidisciplinare, passano attraverso il supporto in vari ambiti di cura e del benessere psicofisico per i ragazzi e approdano alla valutazione dell’impatto effettivo del progetto sulla qualità della vita di questi pazienti. Stranger Teens rappresenta così un mondo in evoluzione, perfettamente in linea con la sfaccettata quanto delicata fase evolutiva dei giovani pazienti. Di recente, proprio perché in continuo divenire, all’interno del progetto è stata avviata l’iniziativa denominata “Cicatrici”, volta alla creazione di un percorso medico e psicologico di trattamento delle cicatrici per pazienti pediatrici operati per un tumore. «Per un adolescente con tumore la cicatrice rappresenta il ricordo tangibile dell’evento traumatico che l’ha creata, il segno indelebile della malattia, il marchio della sofferenza» afferma nel documento di presentazione il Prof. Gianni Bisogno della Clinica di Oncoematologia Pediatrica Ospedale di Padova, nonché responsabile di progetto. Motivo per cui il percorso si delinea sia dal punto di vista medico che psicologico, con il coinvolgimento di professionisti di diverse discipline e l’obiettivo di trattare la malattia ma anche di guardare oltre, considerando che non è solo nella sua assenza che si definisce il benessere, ma anche nella cura delle sue conseguenze.

I ragazzi di Stranger Teens nel frattempo si fanno sentire: loro ambiente privilegiato è quello dei Social dove si raccontano tramite le News, realizzano Reels (brevi video di 15 secondi destinati a Stories, soprattutto su Instagram e TikTok) di promozione del loro merchandising, mostrano scene di vita quotidiana nella Teen Zone, la “casa” allestita sempre da Team for Children onlus, attrezzata con ogni comfort e organizzata in aree con destinazioni diverse: scuola, relax, cinema e musica, svago con la PlayStation. Un mondo davvero tutto da scoprire: digitalmente seguendone le attività, fisicamente supportandole tramite donazioni o con l’acquisto di eventuali gadget, con il marchio dell’Associazione o del Progetto, visibili sul sito www.teamforchildren.it.






ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok